Torna DIGNITÀ AUTONOME di PROSTITUZIONE al Teatro Bellini

23
apr
2012
Share Button

A grande richiesta Il “Bordello dell’Arte” DAdP torna a Napoli nella magnifica cornice del Teatro Bellini

Dopo i prestigiosi premi - Golden Graal 2008 per l’Idea e per la Regia e Golden Graal 2008 per la Miglior Attrice (Betta Cianchini) e la Nomination al Premio ETI – Olimpici del Teatro 2009 come ‘Miglior spettacolo d’innovazione’; dopo lo straordinario successo riscosso a Milano – Teatro Franco Parenti – e a Roma – Teatro Quirino, Teatro Italia e Castello della Cervelletta; dopo la partecipazione alla XXXI edizione del Festival Internazionale ‘Benevento Città Spettacolo’ - dove le cortigiane, incalzate dal Melchionna, hanno ‘abusato’ di ogni ‘anfratto’ del magnifico palazzo Paolo V; dopo aver partecipato alla prima edizione del FITT – Festival Internazionale di Teatro di Tarragona (Spagna) nel prestigioso palazzo dove ha sede il Conservatorio di musica e alla XXXII edizione del Festival La Versiliana
torna al

TEATRO BELLINI
(
via Conte di Ruvo – Napoli)
dal 27 aprile 2012, h. 21:00 (ingresso consentito fino alle 23:30)
Domenica 29 aprile e 6 maggio, h. 18:00 (ingresso consentito fino alle 20:30)
Riposo: 30 aprile / 1 e 2 maggio

DAdP è la “Casa chiusa” dell’Arte, dove gli attori – come prostitute – sono alla mercé dello spettatore. Rigorosamente in vestaglia o giacca da camera, adescano e si lasciano abbordare dai clienti/spettatori che – muniti di ‘dollarini’, il denaro locale acquisito con il biglietto d’ingresso, – contrattano il prezzo delle singole prestazioni con una “Strana Famiglia” tenutaria della Casa. Conclusa la trattativa, il ‘cliente’ – uno, due o piccoli e grandi gruppi a seconda delle ‘perversioni’ – si apparta, con l’attore scelto, in un luogo deputato dove fruirà di una o più ‘pillole del Piacere’: monologhi o performances del teatro classico e contemporaneo, atti ad emozionare, far riflettere e divertire lo spettatore, in ‘uno stupore nuovamente sollecitato’.

Mi paghi prima. E anche dopo, se ti è piaciuto.”
Share Button

There are no comments yet, add one below.

Leave a Comment


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Go to the top of the page